CARLA NESPOLO E’ LA NUOVA PRESIDENTE NAZIONALE ANPI. CARLO SMURAGLIA ELETTO PRESIDENTE EMERITO

Ieri sera sono rientrato a Palermo appena in tempo per andare direttamente a votare. Rientravamo, in parte su voli diversi, io Giusy Vacca, Giulia Giadone e Ottavio Terranova, dal Consiglio Nazionale dell’ANPI a Chianciano dopo avere ascoltato le appassionate parole dalla meravigliosa compagna Carla Nespolo appena eletta dal Comitato Nazionale nuova Presidente Nazionale dell’ANPI. Carlo Smuraglia  continuerà ad  arricchire l’ANPI col suo straordinario contributo umano e intellettuale come Presidente Emerito. Tutto questo in un clima straordinario di fratellanza, amicizia, solodarietà che costituiscono l’eredità identitaria e meravigliosa della Resistenza e della Lotta di Liberazione. af

Nelle foto qui sotto: Ottavio Terranova fra Carla Nespolo nuova Presidente ANPI e Carlo Smuraglia Presidente emerito; intervento di Ficarra; Giulia Giadone Presidente ANPI ENNA con Giusy; Giusy Vacca col Partigiano Berto Lorenzoni e Luisa Mazzetti,-1

2017-11-05-PHOTO-00000077(1)

Giusy Vacca è con Berto Lorenzoni e Luisa Mazzetti.

-2

23316516_10210445798601757_6801678633123810208_n

ANPI, ELETTA CARLA NESPOLO. LA PRIMA VOLTA DI UNA DONNA NON PARTIGIANA.
Cambio della guardia nell’Anpi, l’associazione che raggruppa non solo i partigiani, ma anche antifascisti e comuni cittadini. Eletta all’unanimità, Carla Nespolo è il primo Presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ad essere donna e a non essere partigiana. Il suo predecessore, Carlo Smuraglia, diventa Presidente emerito dell’Anpi, “con particolare riferimento a specifici temi quali l’attuazione della Costituzione, l’impegno antifascista e la realizzazione del Protocollo ANPI-MIUR”.
Nata a Novara il 4 marzo del 1943 e residente ad Alessandria, Carla Nespolo è laureata in Pedagogia e insegnante. Prima parlamentare comunista piemontese, Carla Nespolo è di famiglia partigiana e antifascista. Lo zio materno Amino Pizzorno (nome di battaglia Attilio) era vice-comandante della VI (sesta) zona partigiana, operante tra Piemonte e la Liguria.
Le prime parole di Carla Nespolo? “Siamo il cuore democratico di questo paese, siamo l’antifascismo”.
Congratulazioni da parte di numerosi esponenti politici, sindacali e istituzionali, a partire dal Presidente della Camera Laura Boldrini.
In una lettera personale, Susanna Camusso, segretaria generale della CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro scrive: “Nel tuo futuro lavoro potrai contare sulla solidarietà, la vicinanza e l’aiuto della Cgil. So che ti attende un importante e gravoso lavoro, non solo per difendere e diffondere I valori della Resistenza, della libertà, della pace, ma anche per far sì che le giovani generazioni non solo conoscano la storia e la lotta di chi ha riportato la libertà e la democrazia nel nostro Paese, ma si avvicinino sempre più ai valori che ispirarono quelle donne e quegli uomini coraggiosi”.
Soddisfatta Barbara Pollastrini, vicepresidente del Pd ed esponente della sinistra dem: “Che bella notizia, la nomina di Carla Nespolo a Presidente nazionale dell’Anpi. Auguri affettuosi a lei, la prima donna a guidare un’associazione gloriosa che fa onore al Paese. E voglio aggiungere la mia riconoscenza a Carlo Smuraglia, ora nominato all’unanimità Presidente emerito, una personalità che è di esempio per cultura, rigore morale e passione civile”.
Esulta il Partito della Rifondazione Comunista: “Nel ringraziare Carlo Smuraglia per la coerenza e la determinazione con cui ha condotto la sua presidenza, l’elezione di Carla Nespolo rappresenta concretamente e simbolicamente la garanzia che l’Anpi e i suoi valori sopravviveranno al venir meno nei prossimi anni agli ultimi testimoni viventi di quella generazione di uomini e donne grazie ai quali l’Italia è risorta e ha riscattato la vergogna e la barbarie del nazifascismo. Per la prima volta una donna ed una non partigiana assume questo prestigioso incarico. È un aspetto che va sottolineato e che premia la volontà di coloro che nell’Anpi hanno voluto con forza l’apertura dell’associazione ai non combattenti. Per affrontare i compiti di tenere alta la memoria ed i valori propri dell’Anpi collocandoli nel XXI secolo la nuova Presidente sappia che potrà contare in tutto il territorio nazionale sui militanti del nostro Partito”.
Dopo avere ripercorso la sua carriera politica e la sua ispirazione marxista, il PCI – Partito Comunista Italiano elogia il suo antifascismo: “Al centro delle sue riflessioni teoriche e pratiche stanno, sempre più, la lotta Partigiana che, per impedimento anagrafico, lei non fa, ma che è tutta nella sua pelle per, diciamo così, trasmissione genetica e per il vissuto di quei valori. La sua è una difesa strenua, fin quasi lo scontro fisico, della Costituzione Italiana nata dalla Resistenza contro il risorgere dei fenomeni fascisti e razzisti che puntano al negazionismo mai sconfitto.L’Anpi l’ha voluta ai vertici della dirigenza nazionale anche perchè contagiata dalla sua forza e dalla sua passione: lei, donna, ascolta i partigiani che ne sono dirigenti e viene contaminata da quel mondo che è sempre più il suo, fino a diventarne, appunto, la presidente nazionale. Ecco, questa è la sua vita, quella che ha condiviso con alcuni di noi che hanno provato a non lasciarla sola nell’attraversare un pezzo della storia di questo Paese”.
A Carla Nespolo giungono anche le congratulazioni di Un’alleanza popolare per la democrazia e l’eguaglianza, guidata dalla costituzionalista Anna Falcone e dallo storico Tomaso Montanari: “In un contesto, come quello odierno, il ruolo dell’associazione dei partigiani è importantissimo, non solo sul piano della memoria storica ma anche sul piano politico e sociale, per sconfiggere i nuovi fascismi che provano a rialzare la testa in tutta Europa. Crediamo sia simbolicamente importante il fatto che, per la prima volta, la massima carica nell’ANPI sia ricoperta da una donna. Specie in un’epoca nella quale il ruolo della donna viene sempre più spesso strumentalizzato: è anche un omaggio al contributo fondamentale dato nella Resistenza dalle donne sia in armi, sia come staffette, sia come sostenitrici nella società civile dei partigiani”.
Tra i partecipanti all’elezione di Carla Nespolo, anche Angelo Ficarra e Ottavio Terranova, dirigenti di ANPI Palermo “Comandante BARBATO” e ANPI Sicilia. Dopo avere elogiato la nuova eletta, Angelo Ficarra si sofferma sul predecessore: “Carlo Smuraglia continuerà ad arricchire l’ANPI col suo straordinario contributo umano e intellettuale come Presidente Emerito. Tutto questo in un clima straordinario di fratellanza, amicizia, solidarietà che costituiscono l’eredità identitaria e meravigliosa della Resistenza e della Lotta di Liberazione”.

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Commenti disabilitati su CARLA NESPOLO E’ LA NUOVA PRESIDENTE NAZIONALE ANPI. CARLO SMURAGLIA ELETTO PRESIDENTE EMERITO

L’ANTIFASCISMO IN MARCIA

Anpinews n 261(1)

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Commenti disabilitati su L’ANTIFASCISMO IN MARCIA

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI: NO ALLE LISTE CASAPOUND

La presenza della lista di CasaPound alle prossime elezioni regionali in Sicilia desta sconcerto oltreché preoccupazione. Sono ben noti infatti, anche perché dichiarate, non solo le radici da cui trae azione e pensiero questa associazione, ma anche le modalità del suo operato “politico” che si traducono spesso in iniziative di violenza e prepotenza. Vanno segnalate, per esempio, a Milano e di recente a Grado le incursioni di questi signori nel corso delle sedute dei Consigli comunali che di fatto hanno bloccato con virulenza l’attività istituzionale e democratica. Vanno segnalati gli slogan e le prese di posizione che si pongono in una linea marcatamente razzista. Ci si chiede dunque come si possa continuare a tollerare questo continuo sfregio della Costituzione e dei fondamenti, dunque, della convivenza civile. È ora di dire basta e continuiamo con forza, in questo senso, a fare appello alle Istituzioni preposte e in particolare al Ministro dell’Interno perché vengano impartite istruzioni precise a tutti gli organismi dipendenti o comunque interessati (comprese le Commissioni elettorali ) perché non vengano ammesse liste che abbiano esplicitamente o implicitamente connotazioni fasciste e/o razziste

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

 

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI: NO ALLE LISTE CASAPOUND

Volnatino A5_Memoria oggi_19 ottobre 2017

Continua la riflessione, aperta il 27 maggio scorso con vari interventi,  sul processo di recupero della memoria dell’antifascismo e della partecipazione siciliana e meridionale alla lotta di Liberazione. Gli scenari nuovi aperti dalla ricerca di questi anni e dai risultati  sanciti dal Convegno di Napoli del Gennaio 2015, impongono nuovi e vasti impegni  di ricerca resi certamente più difficili e problematici per il pesante ritardo con cui siamo chiamati a fare i conti con la nostra Storia. Questo importante impegno lo dobbiamo all’Anpi, erede, come ci ricorda il nostro Presidente Carlo Smuraglia, dell’enorme patrimonio storico, ideale, morale e politico dell’antifascismo e della Resistenza Italiana.

 

 

 

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Commenti disabilitati su

NON INFANGHIAMO LA SICILIA CON UNA LISTA INAMMISSIBILE CASAPOUND

NO PAUND

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato | Commenti disabilitati su NON INFANGHIAMO LA SICILIA CON UNA LISTA INAMMISSIBILE CASAPOUND

UNITA’ PER COMBATTERE TUTTI I FASCISMI

Minniti: “La marcia di Forza Nuova del 28 ottobre sarebbe in chiaro contrasto con le leggi Scelba e Mancino“.

 

Pubblichiamo la risposta dell’Ministro dell’Interno all’interrogazione presentata dall’On. Franco Bordo (Articolo 1 – Mdp) e firmata da oltre 30 DeputatiAnpinews n.2592 Anpinews n.2593 Anpinews n.2594 Anpinews n.2595 Anpinews n.259

 

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su UNITA’ PER COMBATTERE TUTTI I FASCISMI

in ricordo del compagno Totò Pitti

21616048_514526568895978_8218837214378447131_n

Caro TOTO’ ricorderemo questi momenti ,i viaggi per le manifestazioni sindacali ,riuscivi a coinvolgere i partecipanti creando ore di allegrie in quei treni ,ogni richiesta che ti veniva fatta eri sempre pronto con la tua fisarmonica , mancherai tanto alle iniziative sindacali.

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su in ricordo del compagno Totò Pitti

IN RICORDO DI NICOLA CIPOLLA

Invito(1)

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza, segnalazioni iniziative | Contrassegnato , , , , , , , , | Commenti disabilitati su IN RICORDO DI NICOLA CIPOLLA

25 aprile: per noi fu un momento emozionante e festoso, la conquista della Libertà.

Anpinews 4 n 257Anpinews 5 n 257Anpinews 6 n 257

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su 25 aprile: per noi fu un momento emozionante e festoso, la conquista della Libertà.

L’ANPI: BLOCCARE INTOLLERABILE PROVOCAZIONE VIOLENTA FASCISTA

L’ANPI PALERMO COMANDANTE BARBATO MOBILITERA’ TUTTE LE SUE FORZE  E CON IL POPOLO SICILIANO BLOCCHERA’ LA PROVOCAZIONE FASCISTA

Comunicato della Segreteria nazionale dell’ANPI sull’annunciata manifestazione del 28 ottobre di Forza Nuova

 

La Segreteria nazionale dell’ANPI, vista la gravissima provocazione che i movimenti neofascisti  intendono porre in essere per il 28 ottobre, data carica di ricordi negativi e profondamente significativa per tutte le nefaste conseguenze che ne sono derivate, ritiene di non potersi limitare ad una protesta, pur doverosa e ferma, ma assume l’impegno con tutta l’ANPI di contrastare con forza una simile iniziativa, qualora essa non venga impedita dalle autorità pubbliche, non solo con la presenza nelle piazze di Roma il 28 ottobre, ma in tutte le piazze d’Italia, in cui le nostre organizzazioni  ricorderanno e spiegheranno ai cittadini che cosa è stato il 28 ottobre e quanti lutti, dolore e sangue ne sono derivati per i cittadini e il Paese nel suo complesso durante il tragico ventennio fascista.

Rivolge un appello alle Istituzioni pubbliche competenti affinché assumano i provvedimenti necessari a proibire la preannunciata manifestazione, rilevando che è loro compito e dovere primario quello di pretendere e assicurare il rispetto della Costituzione nei suoi contenuti profondamente democratici e antifascisti. Peraltro non occorre la ricerca di chiare e particolari motivazioni, essendo manifesto che il riferimento al 28 ottobre è – di per sé – una evidente manifestazione di apologia del fascismo, repressa dalle leggi vigenti e respinta dall’intero contenuto della Costituzione.

Rivolge altresì un caldo appello a tutte le forze democratiche, partiti, associazioni e a tutti i cittadini affinché prendano posizione apertamente contro l’escalation di tipo neofascista e razzista che si sta verificando nel Paese.

In particolare è dovere degli intellettuali che amano la democrazia, non solo farsi sentire, ma usare gli strumenti della cultura e della informazione per far vivere la memoria, rivolgendosi particolarmente ai giovani che non hanno vissuto la tremenda esperienza del fascismo. Spetta a chi comprende e ricorda rendere evidente che siamo di fronte ad un vero, autentico e grave pericolo per la democrazia.

Si riserva di sottoporre al Comitato Nazionale, convocato per la prossima settimana, ulteriori proposte, perché la voce dell’ANPI si levi sempre più alta e forte in tutte le sedi d’Italia, non solo contro l’aberrante iniziativa che ci si propone di realizzare oggi, ma contro ogni tentativo di inquinamento della nostra democrazia, col rischio effettivo di un grave peggioramento delle condizioni complessive della convivenza civile. Abbiamo assistito a troppe manifestazioni neofasciste, abbiamo letto sul WEB cose addirittura raccapriccianti, per il loro contenuto di fascismo e razzismo. Ora basta!

 

La Segreteria nazionale ANPI

 

Roma, 8 settembre

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI, Lotte contadine, memoria, Movimento Fasci Lavoratori Siciliani, Resistenza | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su L’ANPI: BLOCCARE INTOLLERABILE PROVOCAZIONE VIOLENTA FASCISTA