25 APRILE – Festa della Liberazione a Palermo

Questo 25 aprile ci deve vedere più uniti  che mai per gridare assieme il desiderio di una Italia antifascista e democratica e per richiedere un futuro di speranze per le famiglie, le donne ed i giovani. Dev’essere il giorno in cui poter ritrovare nelle piazze la speranza nel futuro, una speranza incentrata, intanto, sul lavoro con una retribuzione sufficiente per una vita libera e dignitosa e rispettosa, soprattutto, della sicurezza sui luoghi di lavoro. Ed, infine, prospettive di una Pace stabile e duratura.

In quanto al nostro 25 Aprile, Anpi Palermo, oltre alla organizzazione del Corteo della Liberazione, ha predisposto alcuni eventi culturali incentrati su una Piece teatrale ed un Documentario riguardanti donne antifasciste protagoniste della Resistenza. 

Intanto, venerdì 19 aprile, ore 18,00, all’Istituto Gramsci (Cantieri Culturali Zisa), si terrà la Piece teatrale incentrata su Maria Occhipinti, una figura femminile che ha dato voce alle istanze di pace e uguaglianza. Maria Occhipinti, siciliana di Ragusa, è stata un’attivista femminista, pacifista, anarchica, in un’epoca e in un contesto (profondo meridione della Sicilia) in cui la donna ha avuto poca voce in capitolo. Piece teatrale aperta a Tutti. 

Poi, il Documentario dedicato agli studenti delle scuole, presso il Cinema De Seta ai Cantieri Culturali della Zisa, nei giorni 24 e 29 (duplicato in due giornate per l’enorme quantità di adesioni ricevute).

 Il medesimo documentario accessibile a Tutti, replicato all’Istituto Gramsci, nel giorno 23 aprile, ore 18,00. In allegato le quattro locandine.

Infine, la giornata del 25 Aprile di Liberazione e di Pace a Palermo  prende avvio, su RAI TGR delle ore 7,30, con l’intervista, in diretta, al Vice presidente Vicario avv. Armando Sorrentino.

Ecco gli altri orari della celebrazione della mattina:

ore 9.00, raduno partecipanti e concentramento delle Autorità civili e militari per la cerimonia istituzionale presso il Giardino Inglese, ingresso su via Libertà.

–  ore 9,30, deposizione delle corone di alloro alla lapide dei caduti di Cefalonia e della corona di fiori al cippo di Pompeo Colajanni, il comandante Barbato che contribuì alla Liberazione dai nazisti, della città di Torino. – ore 10.15 circa, partenza del corteo che percorrerà via Libertà e via Ruggero Settimo per arrivare alle ore 11.15 circa a Piazza Verdi, dinanzi la scalinata del Teatro Massimo dove saranno presenti la Corale San Sebastiano della Polizia Municipale di Palermo ed un Coro di bambini della maestra Pia Tramontana.  La manifestazione si concluderà con i saluti ed alcuni brevi interventi di chiusura.  Seguirà locandina

Pubblicato in EVENTI, segnalazioni iniziative | Commenti disabilitati su 25 APRILE – Festa della Liberazione a Palermo

NEWS ANPI PALERMO E GIORNATE DEL TESSERAMENTO

Carissime e carissimi,

come Anpi ci stiamo preparando a predisporre il vasto programma (quest’anno ancora più impegnativo) del 25 Aprile ed altre iniziative di contorno ed avvicinamento. Lo stiamo facendo, non solo come Anpi ma, anche, in collaborazione con Cgil ed Arci (spereremmo, pure, con il Comune di Palermo che ha sempre concesso il patrocinio gratuito) ed, anche, con tutte le Associazioni e Movimenti che stanno aderendo alla “Rete palermitana per la Difesa ed Attuazione della Costituzione”, con cui si sta cercando di sensibilizzare la corale partecipazione dei  tanti che  – disamorati e/o delusi – non si recano, da tempo, a votare.  Spero, che i nostri tentativi siano sufficienti a fare breccia nelle pur giustificate delusioni che – persistendo – potrebbero determinare danni irrecuperabili per la convivenza democratica, per il welfare sanitario, sociale e pensionistico. In definitiva, auspichiamo semplicemente condizioni di partenza dignitosi ed uguali per tutti, diritto al lavoro con paghe altrettanto dignitose e sicuro e, soprattutto, diritto alla salute che eviti di trasformare la Sanità in una per i ricchi e l’altra ai meno ricchi ed ai poveri.

Nel frattempo, Anpi, sta cercando di irrobustire e migliorare la propria macchina organizzativa, per meglio rispondere alle aumentate aspettative.

E’ stato incentivato e favorito l’ingresso tra le proprie fila di ragazzi e ragazze che, intanto, nel dicembre scorso, sono stati chiamati a partecipare ad una Assemblea Nazionale dei Giovani under 35, a Riccione; lo scorso sabato, il gruppo giovani di Palermo ha proseguito l’impegno con una assemblea provinciale.

A riguardo del mancato rinnovo del protocollo Anpi – Miur,  abbiamo continuato ad andare nella scuole per parlare di Resistenza e Costituzione ed abbiamo infittito riunioni e convegni  (in sedi diverse) per discutere e parlare dei problemi della Pace e cercare di riprendere il pensiero tanto caro a Pio La Torre sulle ineludibili proposte del Disarmo in un tempo in cui questa parola non sembra più appartenere al vocabolario delle cancellerie e dei Paesi europei (e, non solo) e dell’Italia.  Lunedì 11 marzo saremo a Corleone per festeggiare la ricorrenza di Placido Rizzotto, barbaramente ucciso dai mafiosi di Corleone. Sarà presente Don Ciotti.

Nel prossimo mese di aprile è prevista una Conferenza di Organizzazione delle Anpi meridionali (la prima in assoluto) che si terrà a Paestum. Verranno precedute da apposite Conferenze provinciali che avranno il compito di discutere il documento predisposto dalla segreteria nazionale e di prospettarne altri legati ai rispettivi territori. Sarà, anche, l’occasione per avanzare le nostre proposte per dire No (motivate) alle  ipotesi legislative di Autonomia Differenziata.  Che stanno cercando di imporre senza aver prima riequilibrato le persistenti diseguglianze tra il meridione ed il Nord del Paese. E senza aver previsto le indispensabili risorse economiche, quantomeno, per attuare i LEP (i Livelli essenziali delle Prestazioni).  Nei fatti il vecchio disegno della Secessione.

Infine, in armonia a quanto previsto in tutta Italia, anche a Palermo si svolgeranno le giornate del Tesseramento Anpi.   Però, non solo tesseramento ma,  occasione per esaminare, assieme, il nuovo STATUTO ANPI Ets  conformato al Terzo Settore, le proposte della Conferenza di Organizzazione delle Anpi meridionali ed, inoltre, per prepararci a contrastare gli scellerati progetti governativi. Temi cui saremo Tutti chiamati a discutere, a breve, in una apposita Assemblea Anpi Provinciale. Intanto, in allegato la locandina scelta (tra le tre approntate dal nostro amico grafico) per le due giornate con luogo, giorni ed orari.  Vi aspettiamo (anche per la pausa pranzo).

Ovviamente, saranno giustificati i partecipanti alla manifestazione nazionale del 9 marzo a Roma, di cui Anpi è promotrice assieme alla Cgil ed altre Associazioni, con titolo ed obiettivo: “Libertà di manifestare, cessate il fuoco a Gaza, impedire il genocidio”. Si allega, a riguardo, l’articolo del nostro presidente nazionale, G. Pagliarulo, sul Fatto Quotidiano del 5 marzo. 

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI | Commenti disabilitati su NEWS ANPI PALERMO E GIORNATE DEL TESSERAMENTO

Comunicato stampa del Coordinamento per la Pace di Palermo

COMUNICATO STAMPA DEL COORDINAMENTO DELLA PACE DI PALERMO

Palermo, sabato 24 febbraio, ore 17, le associazioni in piazza per la Pace alla Statua, in piazza Vittorio Veneto, contro ogni guerra e genocidio

Nel secondo anniversario dall’inizio del conflitto russo-ucraino, il “coordinamento per la Pace”, sigla che riunisce diverse associazioni palermitane, aderisce all’appello di mobilitazione nazionale lanciato dalla

“Rete italiana pace e il disarmo” per sabato 24 febbraio. Il presidio è previsto nello stesso luogo, piazza Vittorio Veneto, alla Statua, dove da oltre due anni le “donne per la pace” sono in presidio e si svolge

a distanza di un anno dalla grande manifestazione per la pace di Palermo, un corteo che nel 2023 vide nella nostra città la partecipazione di oltre diecimila persone tra scolari, studenti, lavoratori e cittadini.

Quest’anno, alle motivazioni e alle preoccupazioni di una guerra, quella Ucraina, nel cuore dell’Europa, si aggiunge la preoccupazione per ciò che sta succedendo in Terra Santa, dove la violenza del terrore, sia di gruppi terroristici, sia di Stato, semina morte e distruzione sia in Israele, sia in tutta la Palestina, soprattutto nella Striscia di Gaza dove è in corso una vera e propria ecatombe.

Coordinamento per la Pace di Palermo .

I promotori:

Acli Palermo, Anpi Palermo, Arci Palermo, Aps Teatro dei ragazzi, Associazione Comunità dell’Arca di Lanza del Vasto, Auser Palermo, Centro studi e documentazione Peppino Impastato, Centro studi Pio LaTorre, Cgil Palermo, Centro Padre Nostro, Consulta per la pace del Comune di Palermo, Erripa Achille Grandi, Legambiente “Palermo futura”, Mir, Pax Christi, Presidio donne per la Pace, Sunia Palermo, Udu-Unione degli Universitari Palermo, Voci nel silenzio, Udi Palermo, Le Rose Bianche, coordinamento Donne Cgil Palermo, coordinamento donne Anpi Palermo, Emily, Donne caffè filosofico Bonetti, Fidapa sezione Palermo Felicissima, Il femminile è politico, #governo di Lei, Cif, Le Onde, Arcilesbica, Collettivo Medusa, Studenti Palermitani e Laboratorio di quartiere Malaspina.

Hanno aderito i movimenti politici:

  • Partito della Rifondazione Comunista – Fed. Di Palermo
  • Sinistra Italiana- Palermo

Pubblicato in EVENTI | Commenti disabilitati su Comunicato stampa del Coordinamento per la Pace di Palermo

PROSSIMI EVENTI

  • 1) Sabato 17 Febbraio 2024

  • 2) Domenica 18 Febbraio 2024
  • 3) Lunedì 26 Febbraio 2024

Pubblicato in EVENTI | Commenti disabilitati su PROSSIMI EVENTI

SICILIANI TESTIMONI DI LIBERTA’ Dodici storie di Deportati nei lager nazisti

Lunedì 29 gennaio 2024, ore 16,00, presso l’Istituto Gramsci Siciliano, ai Cantieri Culturali della Zisa, presentazione del libro  Siciliani testimoni di libertà, curato dal nostro amico e compagno Guido Lorenzetti, figlio del socialista Andrea arrestato per il suo antifascismo e deportato a Mauthausen. Guido Lorenzetti è vicepresidente della Sezione di Milano della Aned, Associazione Nazionale ex Deportati nei Campi di sterminio nazisti. E’ talmente innamorato della nostra Sicilia fino al punto di giungere a raccontare le storie di 12 nostri concittadini siciliani, tra i tanti (il numero dei deportati siciliani censiti raggiunge la somma di 800), vittime della emigrazione prima e della opposizione al nazifascismo dopo che, anche, per la delazione di fascisti italiani vennero arrestati e deportati. Aned ed Anpi sono impegnati nel difficile compito di fare emergere dall’oblio le storie  di questi nostri martiri cui si deve la nostra democrazia per onorarli e ricordarli sia per il presente che per il futuro. Guido ha pure fortemente voluto che il libro, contenente queste 12 biografie di siciliani (comunisti, socialisti, cattolici, un anarchico, un prete, un militare, un ebreo,  tra cui  due donne) di varie città isolane, venisse stampato ed editato in Sicilia. Tra le diverse opzioni che gli sono state prospettate, alla fine, ha scelto la giovane casa editrice di Geraci Siculo, delle Madonie palermitane “Edizioni Arianna”. Per i dettagli vedere l’allegata locandina.

Per ulteriori e maggiori dettagli vi aspettiamo all’Istituto Gramsci ai Cantieri Culturali della Zisa.

Pubblicato in EVENTI, memoria | Commenti disabilitati su SICILIANI TESTIMONI DI LIBERTA’ Dodici storie di Deportati nei lager nazisti

INAUGURAZIONE SEZIONE ANPI “PLACIDO RIZZOTTO” DI CORLEONE

Giorno 2 gennaio 2024 è stata inaugurata la nuova Sezione Anpi di Corleone intitolata a Placido Rizzotto, Partigiano e, al rientro a Corleone, Segretario della Camera del Lavoro.  Inaugurazione fatta coincidere con il 110° Anniversario della sua nascita. Verrà ospitata nei locali della Camera del Lavoro zonale che, nella occasione, ha presentato il nuovo periodico  della Camera del Lavoro “AnimosaMente”. E’ stata messa in risalto la forte sinergia tra Cgil ed Anpi  proseguita nel solco della grande manifestazione del 1° maggio 2010 a Portella della Ginestra che segnò uno spartiacque di incredibile valore simbolico. Per la prima volta nella tradizione delle iniziative commemorative per la festa dei lavoratori, accanto alla CGIL ci fu’ l’ANPI, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. In quel pianoro, 63 anni dopo la strage, la lotta alla mafia e le istanze contadine si incontrarono con l’antifascismo nel luogo dove si erano intrecciate storie diverse e dove avvenne quella che viene definita come la prima strage nell’era repubblicana perché – lì ed allora – ambienti deviati dello Stato si coniugavano con gli interessi degli agrari, della mafia e del banditismo in un unico progetto di natura reazionaria e di vile conseguenza, in una giornata di festa, che provocò la iniziale morte di 12 innocenti.  Oggi, quella sinergia viene rinvigorita, anche, grazie all’impegno della prima donna designata alla carica di segretaria della Camera del lavoro di Corleone, Caterina Pollichino che, nella sua pur giovane età, è stata una storica componente della segreteria provinciale di Anpi Palermo e che, nel suo articolo di apertura del nuovo periodico “AnimosaMente(consultabile integralmente anche on-line), ha così indirettamente giustificato il forte legame tra Cgil ed  Anpi: “La formazione partigiana di Placido e la sua attività sindacale pongono le basi della lotta al fascismo ed alla mafia insegnandoci che non può esistere antimafia senza antifascismo………… Nella nostra Costituzione, pienamente antifascista, nata dalla Resistenza e dalla lotta partigiana, il lavoro è il principio fondamentale della repubblica. Perché il lavoro genera libertà, dignità, autonomia economica. E, la Costituzione, è la bussola che orienta la nostra attività sindacale.    ……………………..”.

I numerosi partecipanti hanno ascoltato gli interventi di Caterina Pollichino segreteria di Corleone, di Mario Ridulfo, segretario della Camera del Lavoro metropolitana di Palermo, di Ottavio Terranova, presidente Anpi provinciale di Palermo ed un breve contributo chiesto a Dino Paternostro nella sua qualità di direttore responsabile del nuovo periodico. A conclusione, il segretario amministrativo dell’Anpi provinciale, in rappresentanza dei numerosi componenti presenti, ha inteso suggellare la giornata con attestato di riconoscenza in memoria del Partigiano e sindacalista Placido Rizzotto, consegnata ai due nipoti Placido ed Angelo presenti.  Al nipote Placido Rizzotto, a sua volta componente il direttivo di Anpi provinciale e SpiCgil, è stata consegnata una tessera ad Honorem per la sua ammirevole abnegazione con cui ha coltivato (e continua) la memoria dello zio, in giro per le scuole di tutta Italia.

Si allegano alcune foto dell’iniziativa

https://palermo.gds.it/articoli/politica/2024/01/03/a-corleone-sezione-dellanpi-intitolata-a-placido-rizzotto-1846d02a-b409-4c7f-9ebc-6306fed23184/

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI | Commenti disabilitati su INAUGURAZIONE SEZIONE ANPI “PLACIDO RIZZOTTO” DI CORLEONE

Il Manifesto della Costituzione originaria di ANPI Palermo prosegue il suo percorso presso la Scuola Ciro Scianna a cura di Anpi Bagheria

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=pfbid02sY2qTGoj9gpf8A6WNXUG5PSZzzDgQvxgvSWC64VxKQ7BeYSwDnUac4MjmwxTiqYWl&id=100066373164612&sfnsn=scwspwa

Pubblicato in EVENTI, memoria | Commenti disabilitati su Il Manifesto della Costituzione originaria di ANPI Palermo prosegue il suo percorso presso la Scuola Ciro Scianna a cura di Anpi Bagheria

Evento sezione Anpi Bagheria – 02.12.2023

https://www.facebook.com/Anpi.Bagheria/posts/691863339702765?ref=embed_post

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Evento sezione Anpi Bagheria – 02.12.2023

Delegazione di Anpi Palermo consegna Tessera ad Honorem a Mariano Norata, IMI delle Madonie, in occasione del suo 107° compleanno compiuto il 24 Nov 2023.

Tessera assegnata per la sua scelta esemplare, per il suo no al fascismo e per avere resistito alle torture nazi-fasciste nel campo di concentramento tedesco di Heilbronn (Stoccarda).

Pubblicato in ANTIFASCISMO, memoria | Commenti disabilitati su Delegazione di Anpi Palermo consegna Tessera ad Honorem a Mariano Norata, IMI delle Madonie, in occasione del suo 107° compleanno compiuto il 24 Nov 2023.

ORDINI DEL GIORNO APPROVATI DALL’ULTIMO COMITATO NAZIONALE TENUTOSI A BARI

ORDINE DEL GIORNO SU PREMIERATO:

https://palermo.anpi.it/files/2023/11/odg20PREMIERATO1.pdf

ORDINE DEL GIORNO SU GAZA:

https://palermo.anpi.it/files/2023/11/odg20GAZA1-1.pdf

Pubblicato in Anpi notizie | Commenti disabilitati su ORDINI DEL GIORNO APPROVATI DALL’ULTIMO COMITATO NAZIONALE TENUTOSI A BARI

VERSO LA GIORNATA NAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

“Libere di essere. Donne resistenti ieri e oggi”: la videoregistrazione, curata da Radio Radicale, delle due giornate del Convegno promosso dal Coordinamento donne ANPI

12 Nov 23

Il convegno, partecipatissimo, si è svolto il 10 e 11 novembre al Dipartimento di Matematica dell’Università La Sapienza di Roma , con i contributi di storiche, sindacaliste, giornaliste, rappresentanti dell’associazionismo studentesco, attiviste del movimento femminista. Il saluto del Presidente nazionale ANPI all’apertura dei lavori

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI | Commenti disabilitati su VERSO LA GIORNATA NAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

63° Anniversario dell’8 Luglio

Iniziativa in ricordo dei fatti dell’8 luglio 1960 verificatisi anche a Palermo, con le ribellioni popolari e la mobilitazione dei sindacati contro il tentativo autoritario neofascista del governo Tambroni. Per chi volesse approfondire l’argomento, si consiglia la lettura del libretto “8 luglio 1960 – La battaglia di Palermo” editato nel luglio del 2021, curato da Angelo Ficarra con nota introduttiva del Prof. Giuseppe Carlo Marino e prefazione di Finella Giordano.

Pubblicato in EVENTI, memoria | Commenti disabilitati su 63° Anniversario dell’8 Luglio

Rappresentazione teatrale su Antonio Gramsci

Lo scorso 30 giugno, presso l’Istituto Gramsci di Palermo, si è tenuta una interessante rappresentazione teatrale incentrata sulla vita e le opere di Antonio Gramsci, scritta e interpretata da Angelo D’Orsi, storico della filosofia e giornalista, organizzata anche per iniziativa di Anpi Palermo. Un lavoro drammaturgico che ha riscosso notevole partecipazione da parte di un pubblico attento. Si è deciso di replicare in autunno, iniziando dalle scuole.

Pubblicato in ANTIFASCISMO, EVENTI | Commenti disabilitati su Rappresentazione teatrale su Antonio Gramsci

Presenziamento sede di Palermo

Si comunica che la sede di Via Libertà, nel corrente mese di luglio, sarà presidiata il lunedì pomeriggio dalle ore 16,30 alle ore 18,30 e rimarrà chiusa nel mese di agosto.

Pubblicato in Anpi notizie | Commenti disabilitati su Presenziamento sede di Palermo

Da Palermo un Appello a tutte le forze antifasciste e cittadini italiani, per la difesa della Costituzione, che riprende l’analogo Appello del 25 Aprile 2023. Le adesioni alla mail indicata nel corpo dell’Appello.

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO | Commenti disabilitati su Da Palermo un Appello a tutte le forze antifasciste e cittadini italiani, per la difesa della Costituzione, che riprende l’analogo Appello del 25 Aprile 2023. Le adesioni alla mail indicata nel corpo dell’Appello.

Nasce la Sezione Anpi ai Cantieri Navali della Fincantieri di Palermo. Intitolata a Liborio Baldanza, operaio metalmeccanico ed antifascista, originario di Geraci Siculo nelle Madonie

Martedì 16 maggio 2023, si è inaugurata una Sezione di Anpi Palermo in un luogo simbolo del lavoro e della difesa della Democrazia nel nostro Paese, quello dei Cantieri Navali della Fincantieri di Palermo e del sindacato Fiom-Cgil.  E’ stata intitolata a Liborio Baldanza, un giovane originario di Geraci Siculo, nelle Madonie. Un giovane, nato nel 1899 che iniziò a lavorare nel 1915 all’età di 15 anni, ai Cantieri navali fino ai 18 anni allorché gli pervenne la chiamata per il servizio militare, nel giugno del 1917. Fu arruolato nella Marina Regia e dopo il periodo bellico viene confermato per altri 30 mesi di servizio militare in cui comincia a maturare la sua indole di insofferenza all’autoritarismo che manda a farsi uccidere le masse dei poveri contadini del Sud e si rende conto che i soliti borghesi che hanno voluto la guerra e diviso l’Italia in due: quella meridionale e della Sicilia “subalterne” e quella del triangolo industriale del Nord. Evidentemente, nei suoi quattro periodi di licenza trascorsi a Palermo aveva mantenuto i rapporti con gli attivissimi compagni della Camera del Lavoro e dei cantieri navali. Scrisse, infatti, Angelo Ficarra, nel suo contributo di presentazione dell’interessante libro del prof Giuseppe Vetri che il primo sciopero sotto il fascismo, pur con modalità ed orizzonti perimetrati, si realizza proprio al Cantiere navale di Palermo il 7 febbraio 1943 (vedere in Quaderni dell’Anpi Sicilia “Dai Fasci siciliani alla Resistenza”, 2014, pag. 22).

Quella dei Cantieri Navali di Palermo, nata da una intesa tra Anpi nazionale e Cgil, serve a istituire nei luoghi di lavoro postazioni Anpi utili a sensibilizzare tra i lavoratori i principi e le idee della democrazia, della giustizia sociale, della pace, dei diritti e del rispetto della Costituzione. Lo hanno ribadito i segretari generali di Fiom Palermo, Francesco Foti e Cgil Palermo, Mario Ridulfo nonché i componenti delle RSu Fiom Fincantieri Serafino Biondo e Giancarlo Macchiarella.  Lo hanno rimarcato Michele De Palma, segretario generale Fiom-Cgil e Samuele Lodi, segretario nazionale Fiom-Cgil e coordinatore nazionale Fincantieri, nel loro intervento alla intitolazione della Sezione Anpi.  Emozionante il collegamento da Sesto San Giovanni di Flavia Giuliani Baldanza, la moglie di Dimitri, il figlio di Liborio Baldanza, deceduto da poco.  Uomini come Liborio Baldanza, metalmeccanico e antifascista, grande difensore  della sinistra del tempo che riuscì ad organizzare uno sciopero generale di otto giornate contro i nazifascisti in Lombardia con la partecipazione di oltre  200 mila operai e, per questo motivo venne deportato a Mauthausen da dove non fece più ritorno, sono quel simbolo di cui in partiti di sinistra avrebbero oggi  bisogno per fare rivivere la nostra storia e ricostruire legami di solidarietà e di rispetto della Costituzione, tramandando i  valori della Resistenza e della lotta di Liberazione dal nazifascismo alle generazioni che verranno. Il governo – hanno aggiunto i sindacalisti intervenuti – deve investire su Fincantieri, a partire dal cantiere navale di Palermo, perché nel Mezzogiorno è indispensabile aumentare l’occupazione con particolare riguardo alle donne e ai giovani.

“Liborio Baldanza – ha ricordato Armando Sorrentino, vicepresidente dell’Anpi provinciale di Palermo – assunse nel suo lavoro il nome di Libero, nome di libertà e di progresso, e coniugò sempre il lavoro alla militanza, riuscendo a lavorare anche sottoposto a vigilanza, al carcere e alle restrizioni. Le aziende dove lavorò, dalla Breda a Magneti Marelli, avevano bisogno della sua capacità e del suo lavoro. Questa è la grande tradizione dei metalmeccanici italiani e oggi qui ricordiamo il metalmeccanico e il partigiano”.

Presente alla cerimonia anche Giuseppe Vetro, autore del libro “Se tutti vanno via”, che ricostruisce la storia di Baldanza che assunto a 15 anni come operaio calderaio ai Cantieri Navali di Palermo, ora vi rientra con un’altra veste. Appunto come un simbolo di democrazia e di antifascismo. Ed è importante oggi fare conoscere questo nome, dentro questo posto di lavoro, alle nuove generazioni di lavoratori. Perché Baldanza fu maestro di vita per i giovani. Mentre lavorava nelle grandi aziende del Nord, preparò la generazione cresciuta sotto il fascismo alla lotta armata nelle formazioni partigiane”.

Baldanza lavorò, anche, per la centrale elettrica tranviaria della Italo Belga a piazza Croci, e contemporaneamente frequentava una scuola serale. Nel recente passato,  vennero collocate due pietre d’inciampo in suo ricordo, con l’intervento dell’artista tedesco Gunter Demnig, coinvolto nell’iniziativa di Palermo dal giornalista e divulgatore della memoria della Shoah Leone Zingales. Le due pietre d’inciampo si trovano rispettivamente all’ingresso dei Cantieri Navali ed  a Geraci, davanti alla casa dove Baldanza visse con i genitori.

La giornata si è conclusa con l’assemblea dei lavoratori,  in preparazione della manifestazione di protesta sindacale del 20 maggio a Napoli.

Di seguito, alcune foto del toccante ed interessante evento.

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO | Commenti disabilitati su Nasce la Sezione Anpi ai Cantieri Navali della Fincantieri di Palermo. Intitolata a Liborio Baldanza, operaio metalmeccanico ed antifascista, originario di Geraci Siculo nelle Madonie

Ricordo di Carla Nespolo

Giovedì’ mattina, 4 maggio, al Cinema Rouge et Noir verrà ricordata Carla Nespolo (prematuramente scomparsa), la prima donna eletta alla presidenza nazionale di Anpi. Iniziativa fortemente voluta dalle donne di Cgil, Proteo, Udi ed Anpi.

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI, memoria | Commenti disabilitati su Ricordo di Carla Nespolo

25 Aprile 2023 – Festa della Liberazione. Breve report fotografico della Cerimonia istituzionale e del partecipato e gioioso corteo.

Pubblicato in ANTIFASCISMO, EVENTI, Resistenza | Commenti disabilitati su 25 Aprile 2023 – Festa della Liberazione. Breve report fotografico della Cerimonia istituzionale e del partecipato e gioioso corteo.

25 Aprile 2023 – Altre foto

Pubblicato in EVENTI, Resistenza | Commenti disabilitati su 25 Aprile 2023 – Altre foto

Dettaglio corteo 25 Aprile 2023

ore 10.00 circa, partenza del corteo che percorrerà via Libertà e via Ruggero Settimo per arrivare alle ore 11.15 circa a Piazza Verdi, dinanzi la scalinata del Teatro Massimo dove sarà presente la Corale San Sebastiano della Polizia Municipale di Palermo diretta dalla Maestra Serafina Sandovalli.  La manifestazione si concluderà con i saluti ed alcuni brevi interventi di chiusura.

Pubblicato in EVENTI | Commenti disabilitati su Dettaglio corteo 25 Aprile 2023

Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI | Commenti disabilitati su

25 Aprile 2023

Seguirà programma dettagliato
Pubblicato in Anpi notizie, ANTIFASCISMO, EVENTI, Resistenza | Commenti disabilitati su 25 Aprile 2023

Appello a tutte le forze antifasciste per un 25 Aprile di Pace – Lavoro – Diritti

25 APRILE 1945 – 25 APRILE 2023

RESISTENZA: OGGI DOMANI SEMPRE RESISTENZA

PACE LAVORO DIRITTI

I valori di libertà, giustizia, pace, uguaglianza che hanno animato la lotta di Liberazione, hanno dato vita alla Costituzione della Repubblica Italiana e devono restare a presidio della nostra democrazia.

Il 25 aprile del 1945 l’Italia venne liberata dal nazifascismo con una lotta che vide  fianco a fianco uomini e donne di diversa formazione e  fede politica e religiosa, operai e intellettuali, contadini, studenti e militari, uniti dal bisogno di rendere sovrana la propria vita e quella della comunità nazionale, nel segno della giustizia dopo 20 anni di dittatura.

Da lì la democrazia ha iniziato il suo cammino, da lì è nata la nostra Carta costituzionale.

Sono trascorsi 75 anni dalla sua approvazione  e, ancora e sempre, essa va difesa da attacchi, insidie, tentativi di manomissione, non soltanto con scelte di resistenza, ma, soprattutto, lavorando per la sua completa attuazione.

I ripetuti e non occasionali casi di revisionismo storico, manifestatisi in questi ultimi mesi, puntano a una riscrittura falsa e pericolosa di eventi ormai  da tempo definitivamente accertati, pure a livello processuale, e possono, di fatto, stravolgere la Costituzione nei suoi principi fondamentali e in tutte le sue parti.

La Resistenza ci ha potuto assicurare una Italia, “Repubblica democratica, fondata sul lavoro”, dove “la sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”. (Art.1)

Il diritto al lavoro e all’uguaglianza, il diritto ad avere i diritti sociali e civili, il ripudio della guerra e il diritto alla pace, sono un patrimonio di civiltà che va difeso, rafforzato e mantenuto e il 25 Aprile lo vogliamo ricordare e rivivere come la conquista di civiltà più importante della nostra storia patria.

Siamo in un momento in cui la guerra in Ucraina si fa sempre più aspra e devastante, guerra che sta determinando un drammatico cambio di scenario geopolitico, e le cui conseguenze non sono ancora facilmente determinabili. L’unica certezza è che ha causato decine di migliaia di vittime e distruzione e una corsa al riarmo nel mondo e nel nostro Paese,  così tagliando risorse per lo stato sociale, per la sanità e per l’istruzione, oltre ad aver determinato una crisi energetica e una spinta inflattiva che si abbattono sull’intera collettività, ma soprattutto, sui ceti più poveri e indifesi.

E’ necessario continuare a battersi per l’applicazione piena e reale dell’art. 11 della Costituzione senza tentennamenti, false e ipocrite interpretazioni o “sotterfugi” internazionali.

In tal senso, bisogna che l’Italia e l’Europa assumano un ruolo politico e diplomatico autonomo al fine di creare le condizioni di un cessate il fuoco, promuovendo il dialogo e la pace.

Bisogna operare per la Pace in ogni momento e in ogni luogo, coinvolgendo e impegnando cittadine e cittadini ai quali si deve ricordare il rapporto indissolubile tra pace-democrazia-libertà-uguaglianza.

Senza la pace, tutto finisce: bisogna convincersi che ogni guerra – come ci ricorda quotidianamente la voce autorevole, potente e accorata  di Papa Francesco – è un disastro in sé e, quindi occorre lavorare per togliere di mezzo ogni fattore di rischio e, pure, prevenirlo.

La guerra e la crisi energetica che ne è conseguita, hanno determinato un aumento record dell’inflazione, mettendo a rischio l’intera struttura economico-sociale con pericoli per la stessa democrazia.

Come siciliane/i e palermitane/i non possiamo rimanere indifferenti e fermi a guardare, ci mobilitiamo, scendiamo in piazza e ci riprendiamo questa giornata di festa, per mantenere vivo il ricordo della Resistenza e della Liberazione, in forma attiva e non solo celebrativa, fuori da una visione puramente retorica o soltanto simbolica, affinché nelle nuove generazioni si rafforzi l’amore per la libertà e l’impegno per i principi di giustizia sociale, per riaffermare i valori ricevuti in eredità: la solidarietà e il riconoscimento dell’antifascismo e della democrazia come valori comuni e doveri sociali.

Il 25 Aprile richiama tutti a un impegno costante per difendere e testimoniare ogni giorno questi valori, per un autentico patriottismo costituzionale.

Come siciliane/i e palermitane/i affermiamo con forza l’importanza di continuare la battaglia civile e culturale contro quelli che rimuovono, che dimenticano, che preferiscono la retorica alla responsabilità verso la propria storia, verso il presente e per il futuro.

Chiamiamo tutte e tutti, giovani e anziani, donne e uomini, cittadine e cittadini di oggi e di domani, tutte le forze che si riconoscono nei valori dell’antifascismo, a festeggiare il 25 aprile, per non essere tra gli indifferenti.

Non si è antifascisti in silenzio.  Il 25 Aprile è l’antifascismo Con la Costituzione nel cuore.

Palermo, 7 aprile 2023

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI, Resistenza | Commenti disabilitati su Appello a tutte le forze antifasciste per un 25 Aprile di Pace – Lavoro – Diritti

Buona Pasqua da Anpi Palermo, in attesa del 25 Aprile

Pubblicato in EVENTI | Commenti disabilitati su Buona Pasqua da Anpi Palermo, in attesa del 25 Aprile

No alla Autonomia Differenziata

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI | Commenti disabilitati su No alla Autonomia Differenziata

CHIUSURA SEDE

Si comunica che giovedì 6 e lunedì 10 Aprile, Festività dell’Angelo, la sede Anpi Palermo rimarrà chiusa.

L’attività di presenziamento riprenderà, normalmente, giovedì 13 Aprile.

Pubblicato in Anpi notizie | Commenti disabilitati su CHIUSURA SEDE

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI, segnalazioni iniziative | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su

Giornata tesseramento Anpi Palermo

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI, segnalazioni iniziative | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Giornata tesseramento Anpi Palermo

Commemorazione 75esimo anniversario omicidio Rizzotto a Corleone

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI, Lotte contadine, memoria, segnalazioni iniziative | Contrassegnato , , , , , , , , , | Commenti disabilitati su Commemorazione 75esimo anniversario omicidio Rizzotto a Corleone

Scuola, libertà d’insegnamento, Costituzione

Pubblicato in Anpi notizie, EVENTI, segnalazioni iniziative | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Scuola, libertà d’insegnamento, Costituzione